Riunitosi per la prima volta lo scorso 15 aprile a Matera, il neonato WebTeam Italia 2019 lancia – per il 9 maggio Festa dell’Europa – la sua prima chiamata pubblica in un rinnovato asse informale di collaborazione e amicizia fra Matera e Ravenna, allargando però l’interesse a chiunque voglia partecipare.

Il primo passo di questo asse culturale è mappare, attraverso l’integrazione fra social network e piattaforme open source, le “wonderland” d'Italia. Un teatro costruito con balle di paglia, un labirinto ricavato in un campo di mais, un festival di biglie e di castelli di sabbia: il nostro Paese è costellato da occasioni di nuova meraviglia, da tante “wonderland”, appunto, che spesso si trovano dietro l’angolo o sotto casa e sono a volte semisconosciute.

#wonderland2019 è l'idea di un parco divertimenti diffuso in tutta Italia, a impatto ambientale zero, fatto di piccole realtà e progetti visionari che concepiscono lo spazio naturale come scenografia di eventi, capaci di mettere in circolo nuova socialità. Un modo per ridare senso a un'idea di cultura che non consuma il territorio e che non ha bisogno di “grandi opere”, ma anche il tentativo di riflettere su una possibile idea di cultura.

Il WebTeam Italia 2019 chiede quindi a chiunque voglia far conoscere la propria “wonderland” del cuore di fotografarla geolocalizzandola e mappandola con l’hashtag #wonderland2019 su Instagram (il social network dedicato alla condivisione di fotografie), un apposito software le individuerà e le posizionerà su una carta geografica (visibile su vari siti in seguito annunciati), creando così un ipotetico percorso per chiunque voglia scoprire le meraviglie a impatto zero del nostro paese.

Dopo una prima fase di raccolta delle immagini, che partirà nella data simbolica del 9 maggio, Festa dell’Europa, alcune di queste fotografie e la mappa navigabile delle “wonderland” presenti saranno presentate a Ravenna, in occasione della festa del 18 luglio nella Darsena di città. In quella giornata sarà presente anche una delegazione del Social Media Team di Matera2019 che ha dato vita, chiamando a raccolta tutte le altre città, al WebTeam Italia2019.

Dopo tale primo step simbolico e partecipato, altre azioni saranno attivate nei mesi a venire attorno a questo tema, nella speranza di traghettarlo fino al 2019 e oltre.

Dopo la competizione al titolo di Capitale Europea della Cultura che ha visto gareggiare sei città italiane fra cui Matera (poi rivelatasi vincitrice), Ravenna, Siena, Perugia-Assisi, Cagliari e Lecce, alcuni webteam e alcuni membri degli staff che hanno lavorato per le varie città hanno deciso di non disperdere le energie sprigionate per la competizione ma di mettersi in rete per incentivare la partecipazione alla vita culturale del paese.

A Ravenna è nata così l’associazione Neuer (neuer.it) che intende perseguire alcuni progetti presenti nel dossier. L’iniziativa #wonderland2019 è promossa assieme a Ravenna2015.

<><><><><><>

Come faccio a partecipare #wondeland2019 ?
Semplice: dal tuo account instagram (se non ne hai uno, scarica la app sul tuo smartphone e registrati gratuitamente) scatta le foto a ciò che secondo te corrisponde alla definizione di wonderland, consenti la geolocalizzazione, nei commenti racconta che cosa hai immortalato e scrivi #wonderland2019.
Non devi fare niente altro, un software troverà la tua foto e la posizionerà automaticamente in una mappa.

Quanto costa?
Niente, non costerà mai niente.

Cosa ci guadagno?
Con il tuo contributo fotografico partecipi a creare una mappa fruibile da chiunque di luoghi interessanti. Un ipotetico percorso di un viaggio estivo o di un bel week end.

Quanto tempo ho per farlo?
Le foto le puoi taggare a partire partire dal 9 maggio del 2015, Festa dell’Europa, ma non c’è scadenza.

Note particolari
Nella descrizione della foto, racconta bene cosa hai immortalato: il contesto, se è una cosa che esiste sempre o ha un inizio e una fine, se lo si potrà trovare anche in altri momenti, se occorre un particolare permesso per entrare o se l’accesso ha un costo. Raccontaci anche se è raggiungibile da persone con disabilità, se è adatto o meno a bambini e tutto quello che ritieni importante far sapere a chi potrebbe fruirne dopo di te.

Data ultima modifica: 29/06/2015